PETITS LUXES // UNA TESTATA PER SOGNARE

Eravamo all’esselunga, in cassa, quando questa settimana siamo state colpite dalla copertina della rivista: Petits Luxes.

Forse in questo periodo siamo un po’ malate di verde acqua, perché non c’è cosa di questo colore che sfugga al nostro sguardo, poi aggiungeteci il rosa e qualche fiore e sembra fatta al caso nostro. Apriamo una pagina a caso e scopriamo il vestitino dei nostri sogni di TBA da 175 Euro. Tutto sommato è fattibile in termini di: “ci togliamo uno sfizio” e “deve essere nostro”.

Poi notiamo con piacere che è pieno zeppo di servizi editoriali dando ampio respiro ai prodotti. La richiudiamo velocemente, perchè in teoria il nostro tempo per sfogliare la rivista è scaduto. Guardiamo il prezzo, ci vene male spendere 7,50 per ammirare tutte queste belle cose, ma non resistiamo, quindi la compriamo.

La mettiamo subito in borsa che magicamente pesa come un mattone e rientriamo in ufficio. Non vediamo l’ora che scocchino le ore 18:00 per infilarci sul primo treno, per la provincia, ed iniziare a sfogliare, sfogliare e sfogliare. Sono le 18:45 quando inizia il nostro viaggio tra le pagine patinate di Petits Luxes, testata dalla font romantica e graziata di rc media.

I servizi editoriali sui vari accessori di lusso dei migliori brand del mondo hanno tra queste pagine una grande importanza, non si impossessano solo di tanti cm di carta ma vengono accostati con cura e gusto. A tratti le illustrazioni, in acquerello, ci hanno piacevolmente colpito, rendendo speciale gli articoli e l’intera rivista.

Non sappiamo nulla di questa testata, ma sappiamo che abbiamo avuto un colpo di fulmine, e che la ricompreremo! Malgrado ci sia la rete, a fornirci tutto, tutto quello che vogliamo sapere e vedere. Ma questa rivista è speciale e gli articoli sono brevi e interessanti. Ad esempio questo mese abbiamo scovato un servizio dedicato al Carré di Hermes, sulla sua realizzazione in termini di produzione e le tradizioni legate alla maison francese. Abbiamo scoperto che Grace Kelly l’utilizzava come bandana per sorreggere il braccio fratturato e che Audrey Hepburn lo usava come elemento di decoro sul suo cappello. Interessante anche scoprire che ogni 25 secondi, nel mondo, c’è qualcuno che ne acquista uno!

Per scattare queste foto avremmo preferito stare all’aria aperta, in un parco, sull’erba, ma poi abbiamo pensato che il nostro letto avrebbe sicuramente donato qualche inserto floreale in più, quindi eccoci qui con Petits Luxes, sempre presente nella nostra borsa tra i mezzi pubblici milanesi e tra le nostre lenzuola prima di addormentarci. Questa rivista è fatta per sognare e noi inguaribili romantiche la sosteniamo. Per un pò possiamo anche accantonare fashionlista e polyvore e sentire il rumore delle pagine, come una volta.

Cogliamo anche l’occasione per presentarvi Pesta! Lei, è un peluche tutto rosa con gli occhi a cuore! Pesta non è di nostra produzione ma diventerà la nostra mascotte! L’abbiamo trovata in una bottega di Budapest e ce la siamo portata qui.

Adesso ragazze vi facciamo vedere il vestitino dei nostri sogni, sempre per il gusto di condividere tutto! Visto che il vestitino da the, tra la nostra collezione di asciuga piatti, è stato tra i vostri preferiti, non escludiamo di poter realizzare il prossimo disegno ispirandoci proprio a questo look.

Non ci resta che augurarvi buon week end e… correte in edicola! Ciao!

Annunci

2 thoughts on “PETITS LUXES // UNA TESTATA PER SOGNARE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...